L’informazione ambientale in Italia

Presentazione del rapporto dell’Osservatorio Eco Media sullo spazio riservato alle tematiche ambientali dai mezzi di informazione.
pentapolisIn questa fase storica i temi dell’ambiente occupano sempre più spazio sui mezzi di comunicazione. Uno studio che verrà presentato a Roma si ripromette di quantificare questo “spazio” riferendolo alla situazione italiana. Si tratta del secondo rapporto “L’informazione ambientale in Italia” stilato dall’Osservatorio Eco Media. Nel primo rapporto pubblicato lo scorso anno, monitorando per tre mesi quattro tra i maggiori quotidiani italiani, lo stesso osservatorio rilevò che, complessivamente, erano stati pubblicati circa 7 articoli al giorno dedicati ai vari argomenti legati all’ambiente; un totale di 626 articoli che, divisi per tre mesi davano il magro risultato di 1,7 articoli al giorno per testata. Il rapporto dell’anno scorso evidenziò anche che soltanto il 9% di quegli articoli avevano ottenuto la visibilità della prima pagina. Quanto sarà cambiata la situazione in 12 mesi?
I nuovi dati verranno diffusi durante il forum “Ambiente tra informazione ed economia” venerdì 27 novembre alle 9.30 presso la sede della Libera Università Maria Ss. Assunta. L’Osservatorio Eco Media è stato istituito da Pentapolis Onlus in collaborazione con LUMSA e l’Osservatorio di Pavia. Lo scopo dello studio è nelle parole di Massimiliano Pontillo, presidente di Pentapolis Onlus: “L’Osservatorio Eco-Media vuole offrire una fotografia di come oggi i temi ecologici vengono effettivamente coperti dai media, per stimolare sia il sistema mediatico ad aumentare livello e qualità delle coperture offerte sia il decisore pubblico. Ma vogliamo anche dare indicazioni ad associazioni e imprese su quali sono gli aspetti dei fatti ambientali che maggiormente riescono a essere trasformati in notizia”.
Al forum interverranno: Stefano Mosti, presidente dell’Osservatorio di Pavia; Walter Ganapini, membro onorario Agenzia Europea dell’Ambiente; Raffaele Lorusso, segretario generale FNSI; Marco Frey, presidente Fondazione Global Compact Network Italia; Diego Crivellari, deputato della IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni; Alfonso Cauteruccio, presidente dell’associazione Greenaccord Onlus e Carlo Maria Medaglia, capo segreteria tecnica del Ministero dell’Ambiente.

Contattaci

Hai bisogno di assistenza? Informazioni? Consigli? Scrivi al nostro help desk online. La tua richiesta sarà esaminata da un operatore di RomaSostenibile ed otterrai risposta nel più breve tempo possibile

Sending

©2019 Roma Sostenibile

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Vai alla barra degli strumenti