• fontanefontane

Place Category: Visit e ItinerariPlace Tags: Emissioni zero, Locale, Responsabile, Sostenibile e Tipico

Descrizione
Descrizione
Foto
Mappa
Recensioni
Elenchi Relativi
  • Le Fontane di Roma spiegano come il popolo romano abbia sempre avuto una specifica passione per le acque pubbliche sin dagli acquedotti.

    L’acqua e le fontane monumentali fanno parte del patrimonio artistico e culturale della città.  Il poeta inglese Shelley diceva “Bastano le fontane per giustificare un viaggio a Roma”. Insieme ai 2600 Nasoni, le tipiche fontanelle in ghisa, presenti in tutta Roma, si comprende come l’acqua sia un elemento fondamentale per questa città fin dal tempo degli antichi romani che lo seppero sfruttare attraverso la realizzazione di quelle importanti opere di ingegneria che sono gli acquedotti. Proprio per questo legame che da sempre unisce questa risorsa naturale con la Città Eterna, si è cercato di rispettare e tutelare questa importante risorsa. Per questo scopo molte delle più importanti fontane monumentali tra cui la fontana di Trevi, La fontana dei Quattro Fiumi, la fontana del Tritone, la fontana delle Naiadi e dell’Acqua Paola, hanno un impianto di ricircolo dell’acqua grazie al quale si cerca di limitare lo spreco di questa importante risorsa.

    La nostra passeggiata inizia dalla Fontana delle Naiadi, in Piazza della Repubblica, che fu inaugurata nel 1914.

    Proseguendo per via Vittorio Emanuele Orlando si potrà osservare la Fontana del Mosè in piazza San Bernardo, eretta tra il 1585 ed il 1589 quale mostra terminale dell’acquedotto Felice, voluto da papa Sisto V (1585-1590), al secolo Felice Peretti, da cui prese il nome l’acquedotto.

    Da qui scendendo per via Barberini arriviamo nell’omonima piazza al centro della quale si erge l’inconfondibile firma di Gian Lorenzo Bernini, la Fontana del Tritone iniziata e portata a termine tra la fine del 1642 e la prima metà del 1643. Nel corso della sua ultima ristrutturazione, la fontana è stata dotata di un sistema di illuminazione a Led, grazie al quale si ottiene un gran risparmio energetico.

    Da qui, prendiamo via Sistina per arrivare fino a Trinità dei Monti. Ai piedi della scalinata potrete ammirare la fontana di Pietro Bernini, la Barcaccia. La forma di barcone forse ricorda una barca lì ritrovata in seguito a una inondazione del fiume Tevere.

    Tornando verso via del Tritone, è d’obbligo una tappa alla Fontana di Trevi. Mostra terminale dell’acquedotto Vergine unico degli acquedotti antichi (19 a.C.) ininterrottamente in uso fino ai nostri giorni.

    Riprendiamo, il nostro itinerario alla volta di Piazza Navona. Per ammirare la Fontana dei 4 Fiumi del Bernini. Così chiamata perchè rappresentante i quattro continenti, allora conosciuti, attraverso i loro fiumi più importanti: il Danubio, il Gange, il Rio della Plata e il Nilo, quest’ultimo velato perchè non se ne conosceva l’origine delle sorgenti. A questo punto attraversiamo il Tevere e risaliamo il colle del Gianicolo arrivando sino alla Fontana dell’Acqua Paola, nota anche come il “Fontanone del Gianicolo”. Peculiarità di questa fontana è che è stata realizzata attraverso materiali di spoglio, ovvero con marmi presi da opere artistiche del passato.

  • No Records Found

    Sorry, no record were found. Please adjust your search criteria and try again.

  • Leave a Review